Piante strane e originali da coltivare in Italia

Condividi

La natura è capace di regalare grandi ed inaspettate sorprese. Anche in termini di piante: alcune sono così strane e particolari da lasciare a bocca aperta. Molte di esse, nonostante provengano da paesi lontani, possono essere coltivate anche in Italia. Ecco alcuni esempi.

Piante originali da coltivare in Italia

Haworthia Cooperi

È un’originalissima pianta grassa che non necessita di particolari cure, da coltivare in appartamento. Priva di fusto, si caratterizza per le piccole palline, simili ad acini di uva, che sembrano piene di acqua.

Psychotria Elata, nota come la pianta del bacio

Tra tutte è la più sorprendente. Si tratta di una varietà originaria della foresta fluviale tropicale del Sud America. Una pianta arbustiva e rara, difficilissima da trovare, soprattutto nel nostro paese. Il cui fiore somiglia a due labbra in procinto di dare un bacio. Ma non lasciatevi ingannare dall’aspetto tenero: al suo interno contiene un potente allucinogeno, utilizzato per secoli dagli sciamani. E per questo non propriamente adatta per la coltivazione in giardino. Abbiamo comunque voluto segnalarvela, perché è straordinaria anche solo da conoscere.

Fragole nere e fragole blu

Le fragole sono conosciutissime e amatissime. La loro pianta è tra le più coltivate nel nostro paese, in orto, giardino e terrazzo. Sono però diffuse nel loro classico colore rosso e in pochi conoscono il più originale colore nero o blu. Hanno una quantità di acidità e di zuccheri inferiore rispetto alle tradizionali. E regalano un colpo d’occhio non indifferente.

Canapa

Si caratterizza per un fusto alto e sottile, sormontato da ampie foglie. La famiglia della canapa comprende diverse specie di piante, con più o meno presenza di Thc. A riguardo può essere utile conoscere le differenze tra indica e sativa: le Sativa diventano tendenzialmente più alte delle Indica e dal punto di vista morfologico l’Indica è caratterizzata dalla tipica foglia larga, mentre la Cannabis Sativa dalla foglia snella.

Possono essere ovviamente coltivate se la legislazione lo permette. In Italia, ad esempio, è legale coltivare varietà di canapa certificate a livello europeo (selezionabili tra le qualità citate nell’elenco delle varietà certificate dall’Unione Europea), con un contenuto di Thc che non superi lo 0,2%.

Alkekengi

È una pianta erbacea utilizzata in erboristeria, per via delle sue proprietà terapeutiche. Ma ciò che la rende davvero unica è la presenza del calice che avvolge il frutto, davvero unico e sorprendente.

Solanum ovigerum

Davvero particolare è il Solanum ovigerum, detto anche pianta delle uova bianche. Sembra che dai suoi rami nascano realmente delle uova, ma in realtà si tratta di ortaggi. La pianta appartiene infatti alla famiglia delle melanzane.

Hoya Kerii

Infine l‘Hoya Kerii, conosciuta anche come ”Cuore di cera”. Una pianta originaria di Asia e Australia e diffusa anche Europa. Si caratterizza per i bellissimi ed originalissimi fiori stellati dalla consistenza cerosa, uniti in grappoli, mentre le foglie a forma di cuore sono di un verde acceso.