Piante da Regalare: come e quali scegliere

Condividi

Quando si decide di regalare una piantina bisogna tenere conto di tanti fattori: le ampie possibilità di scelta e la persona che riceverà il dono. In questa breve guida ti forniremo alcuni suggerimenti per orientarti nell’acquisto.

Piantine da Regalare: come scegliere

La prima domanda da porsi è se la persona che riceverà il dono sia amante del verde. La risposta è affermativa? Valuta l’ambiente che ospiterà la pianta. Troverà posto in appartamento o in giardino? Lo spazio a disposizione sarà ridotto o ampio? Valutati questi aspetti avrai già un primo identikit della pianta ideale.

Piantine da Regalare: quali scegliere

Le piante da fiore

Le piante in questione si distinguono per lunga o breve fioritura, nelle stagioni più fredde o in quelle più calde. Sono adatte per trovare posto sia in appartamento che in giardino. In entrambi i casi le orchidee sono un’ottima scelta. Sono belle e colorate, simbolo di bellezza e di eleganza. Consigliamo di regalare una pianta già in fioritura, poiché un’orchidea può impiegare anche 5 anni prima di fiorire per la prima volta. La manutenzione non richiede grandi impegni: le piante vanno annaffiate ogni 5-12 giorni, tenendo conto della temperatura e del periodo dell’anno. Altre piantine da appartamento sono il geranio, l’azalea, la viola, il ciclamino. Per il giardino invece l’azalea, la mimosa, l’oleandro e la lavanda.

Le piante senza fiori

Si tratta di piante che necessitano di poche cure e si sviluppano anche in condizioni non prettamente favorevoli. Rappresentano il regalo ideale per chi soffre di allergie. Tra le varie specie segnaliamo il ficus, un grande classico per gli interni.

Le piante grasse

Le piante grasse, come le precedenti, non necessitano di particolari attenzioni ma hanno bisogno del giusto clima. Molte non amano gli ambienti chiusi e si sviluppano meglio all’esterno. Una pianta grassa di media grandezza da regalare è l’Aloe Vera. È adatta ai climi caldi e va protetta durante l’inverno. Altre, come il Trichocereus Pasacana, sopportano invece temperature fino a -10°.

Le alternative

Una valida alternativa può essere rappresentata dalle piante antifumo e antismog. Ottime per abbellire e illuminare l’ambiente, ma anche per migliorare le condizioni dell’aria all’interno di un’abitazione. Tra le varie specie segnaliamo lo Spatifillo (pianta elegante che libera l’aria da agenti chimici e muffe), l’Edera comune (pianta facile da coltivare e purificatrice dell’aria, grazie all’effetto filtro delle sue foglie) e la Dracena (tra le piante preferite dai fumatori).