Come proteggere i mobili da giardino

Condividi

Per sfruttare a dovere il giardino durante i mesi più caldi, i mobili da giardino rappresentano degli elementi pratici ed essenziali. A differenza dei complementi d’arredo interno, richiedono una manutenzione costante per evitare che clima e intemperie ne danneggino la resa e l’estetica. Ecco qualche consiglio per conservare al meglio tavoli, sedie e divani.

Come proteggere i mobili da giardino

La Pulizia costante

Prima di riporre i mobili per l’inverno, assicurati che siano in buone condizioni e soprattutto puliti. Lava la tappezzeria e i cuscini ed occupati del lavaggio a seconda del materiale di cui sono composti.
I mobili in vimini possono essere lavati con l’acqua, mentre quelli in legno e in metallo devono essere puliti con una spugna e prodotti specifici.

La Protezione dai raggi solari, dalla pioggia e dall’umidità

I mobili in legno sono sensibili alle radiazioni dei raggi del sole e ovviamente all’acqua piovana e all’umidità. Diventa dunque fondamentale la protezione dagli agenti atmosferici: per il metallo e la plastica esistono prodotti protettivi specifici, da applicare sul sul telaio dei mobili con un pennello.

Per quanto riguarda invece il legno, la vernice idrorepellente è il modo migliore per proteggerli dalle intemperie. Su faidateingiardino.com troverete un video tutorial per impermeabilizzare legno: i prodotti idrorepellenti e quelli contro le macchie aiutano a prolungare la durata estetica dei mobili in legno, evitano che l’acqua venga assorbita e accelerano l’evaporazione dell’umidità. In questo modo si tutela il mobile dall’indebolimento precoce. Ricorda che la vernice va applicata ogni 2-3 anni (l’intervallo di tempo si riduce a seconda dell’utilizzo) e che sono da evitare i prodotti con alte percentuali di olio, poiché favoriscono l’incollaggio di particelle esterne che ne danneggiano l’aspetto.

Vernice per il Legno

La vernice si aggrappa meglio ad una superficie porosa, per questo è consigliabile cominciare con una passata di carta abrasiva per preparare la superficie. Si procede poi con la stesura della mano di fondo, da estendere uniformemente sul legno ben asciutto. Infine due mani di vernice con il giusto pennello, procedendo verso un unica direzione, con passate lunghe. Dopo aver applicato la prima mano di vernice è necessario attendete l’asciugatura prima di procedere con la seconda. Tra una mano e l’altra eliminate eventuali impurità e polveri, utilizzando una carta vetrata o una spugna inumidita a seconda delle necessità.

A riparo durante l’inverno

Durante i mesi invernali, se possibile, è consigliabile mettere i mobili a riparo in un luogo coperto e chiuso, come un garage, una cantina, un capannone. In questo modo terrai lontani i complementi dalle intemperie e dagli sbalzi di temperatura. Se invece non puoi far altro che tenerli all’esterno, coprili con un telo di plastica (ben chiuso) per ripararli dall’acqua.

Le tipologie di Legno

La resistenza dei mobili dipende in gran parte dal tipo di legno utilizzato per la loro costruzione. Certe varianti sono più resistenti di altre e tengono di più la vernice (come i legni dolci e duri). Tra i  più adatti a ricevere la vernice segnaliamo il cipresso, il cedro, l’abete, il pino, la betulla, l’acero, la quercia e il noce.